Pubblicazione elenchi graduati provvisori degli aspiranti alla conferma dell’incarico per l’anno scolastico 2018/2019 e/o al conferimento di supplenze

Si comunica che in data odierna 25 luglio 2018 vengono pubblicati all’Albo dell’Ufficio Scuola e IRC i seguenti elenchi per l’attribuzione degli incarichi e supplenze per l’anno scolastico 2018/2019:

1. Docenti incaricati stabilizzati 30% scuola primaria e dell’infanzia;
2. Docenti incaricati stabilizzati 30% scuola secondaria di I e di II grado;
3. Docenti aspiranti alla conferma dell’incarico e/o a supplenze per l’anno 2018/19.

Gli elenchi saranno pubblicati anche sul sito entro il 26 luglio 2018, data dalla quale decorrono i 5 gg. che riteniamo di potere assegnare agli interessati per comunicare eventuali probabili errori ed omissioni, esclusivamente a mezzo e-mail. A tal proposito si tengano presenti le disposizioni emanate con l’Ordinanza arcivescovile vigente del 19/07/2016 reperibile sul sito e la relativa Tabella di valutazione dei titoli, così come modificata ed illustrata con note esplicative in data 16/06/2017 con comunicazione ugualmente reperibile sul sito tra le notizie via via pubblicate in ordine cronologico.

In particolare si ricorda che il triennio per la continuità di servizio nella stessa scuola decorre dalla vigenza dell’Ordinanza, ossia dall’anno scolastico 2016/2017, come ribadito nella citata comunicazione del 16/06/2017; si richiamano altresì le disposizioni e le limitazioni stabilite dall’Ordinanza e dalle note esplicative alla Tabella di valutazione dei titoli per la validità dei titoli culturali e professionali documentati, nonché delle iniziative formative che in ogni caso devono contribuire ad arricchire la professionalità del docente; in questa ottica la tabella non prevede la valutazione di iniziative formative seguite esclusivamente con modalità online, né la valutazione delle iniziative formative gestite da terzi e non rientranti nel piano di formazione deliberato dal Collegio dei docenti delle scuole di servizio, senza notifica all’ufficio scrivente, competente a valutarne la positiva ricaduta e ad accordare la relativa autorizzazione.

Si tenga presente che i titoli conseguiti dopo il termine fissato per la presentazione delle domande di inclusione negli elenchi non possono essere valutati per l’anno 2018/19, la relativa documentazione ne consentirà la valutazione per l’anno 2019/20; l’Ordinanza e la Tabella di valutazione dei titoli vigenti, inoltre, al momento non prevedono la valutazione delle certificazioni informatiche e digitali, né le certificazioni di competenze linguistiche, valutazioni che richiederebbero modifiche della Tabella di valutazione dei titoli vigente, non effettuabili in tempi brevi. Anche quest’anno si ritiene opportuno predisporre un elenco degli aspiranti a supplenze che non siano in possesso del titolo valido (laurea triennale o Diploma di grado accademico di Magistero senza il requisito di almeno 180 gg. d’insegnamento nello stesso anno scolastico nel decennio 2007/2017), elenco che può essere utilizzato in assenza di aspiranti muniti del titolo di studio valido ai sensi del D.P.R. n. 175/2012.

Si ribadisce che l’inclusione negli elenchi graduati non comporta per l’Ufficio l’obbligo di conferire una proposta di nomina, dovendo gli aspiranti possedere una serie di requisiti chiaramente evidenziati nell’Ordinanza e stabiliti dal Codice di Diritto Canonico, in particolare Can. n. 804, nonché dall’Intesa MIUR – CEI, così come modificata ed integrata dal D.P.R. n. 175/2012, requisiti di cui l’Ufficio può accertarne la sussistenza in ogni momento. Anche la scelta della sede e della scuola, per gli aventi diritto, è esclusiva prerogativa dell’Ordinario Diocesano (vedasi sentenza n. 2243 della Suprema Corte di Cassazione, depositata in data 04/02/2005) che di norma la esercita per il tramite del Direttore del Servizio per l’IRC, sulla base dei criteri concordati. Infine si raccomanda a coloro che non fossero in regola con gli obblighi e gli adempimenti a carico dei docenti di religione e degli aspiranti all’insegnamento, compresa ogni documentazione richiesta, di regolarizzare subito la propria posizione.

Prof. Rodolfo Luciani
Direttore Ufficio IRC

Print Friendly, PDF & Email
2018-08-03T08:43:48+00:00